This Is Triathlon

Archive Ott 2011

Programma di corsa stagione 2011-2012

CorsaAllenamenti corsa : Ritrovo allenamenti infrasettimanali ore 12.55 piscina Camalich,la Domenica ognun per se’ oppure accordarsi,inoltre dato che sara’ inserito un allenamento di bici lun/mer/ven in base al tempo,gli allenamenti di corsa potrebbero essere spostati

Novembre/Dicembre

Mercoledì 02/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’ +
10’ defaticamento + stretching

Venerdi 04/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’ +
10’ defaticamento + stretching

Domenica 06/11
Corsa lunga lenta 1h 30’ pianeggiante + stretching

Lunedì 07/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’ +
10’ defaticamento + stretching

Mercoledì 09/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’ +
10’ defaticamento + stretching

Domenica 13/11
Corsa lunga lenta 1h 30’ pianeggiante + stretching

Lunedì 14/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’,
       isometrie,potenziamento a carico naturale +
10’ defaticamento + stretching

Mercoledì 16/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,sprint in salita +
10’ Defaticamento + stretching

Domenica 20/11
Riscaldamento 20’ + Corsa continua media 30’ + 20’ defaticamento + stretching

Lunedì 21/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’,
       isometrie,potenziamento a carico naturale +
10’ defaticamento + stretching

Mercoledì 23/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’,
       isometrie,potenziamento a carico naturale +
10’ defaticamento + stretching

Domenica 27/11
Corsa lunga lenta 1h 30’ vallonato + stretching

Lunedì 28/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,sprint in salita +
10’ Defaticamento + stretching

Mercoledì 30/11
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’,
       isometrie,potenziamento a carico naturale +
10’ defaticamento + stretching

Domenica 04/12
Riscaldamento 15’ + Corsa continua media  pianeggiante 45’ + 10’ defaticamento + stretching

Lunedì 05/12
 20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’,
       isometrie,potenziamento a carico naturale +
10’ defaticamento + stretching

 Mercoledì 07/12
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,sprint in salita +
10’ defaticamento + stretching

Domenica 11/12
Corsa lunga lenta salita 1h 30’ + stretching

Lunedì 12/12
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’,
       isometrie,potenziamento a carico naturale +
10’ defaticamento + stretching

Mercoledì 14/12
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’,
       isometrie,potenziamento a carico naturale +
10’ defaticamento + stretching
 
Domenica 18/12
Riscaldamento 15’ + Corsa continua media vallonato 45’ + 10’ defaticamento + stretching

Lunedì 19/12
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,sprint in salita +
10’ defaticamento + stretching

Mercoledì 21/12
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,andature,tecnica di corsa,esercizi di rapidita’,
       isometrie,potenziamento a carico naturale +
10’ defaticamento + stretching

Lunedì  26/12
Corsa lunga lenta salita (“Giro del panettone”) 2 h circa ……..

Mercoledì 28/12
20’ riscaldamento +
30’ esercizi mobilita’ articolare,sprint in salita +
10’ defaticamento + stretching

Domenica 01/01
Corsa lunga lenta salita (“Giro cime Coppi”) 2 h circa ………

Festa del Triathlon Toscano 2011

Triathlon20 novembre – ore 16.30 – FESTA DEL Triathlon TOSCANO 2011 c/o HOTEL SAN RANIERI – PISA.
Verranno premiati come gli anni paassati i vincitori individuali ASSOLUTI e di Categoria nonché le società meglio classificate in Coppa Toscana. Verranno ricordati i vincitori di titoli Regionali ed altro ancora. Insomma una bella festa come sempre dove si farà una brevissima sintesi dell’attività del 2011 e si delineranno le politiche dell’attività 2012.
Verranno assegnati tre premi offerti dai sostenitori della Coppa Toscana 2011estratti a sorte tra le società che hanno partecipato alla Coppa Toscana.
premio GENSAN – pacco di integratori per società del valore di 150,00 euro
premio FONTE TESORINO – un pianale di acqua da 1/2 litro circa (da ritirare a proprie spese c/o fonte Tesorino)
premio PHISIO SPORT LAB – Test di rilevazione della VAM nella corsa in pista (a Pisa – previo appuntamento) per 5 (cinque) Atleti regolarmente tesserati per la società vincente il premio.
I premi DEVONO essere ritirati al momento dell’estrazione, da parte di un Dirigente della Società vincente, altrimenti si procede a nuova immediata assegnazione.
Aperitivo rinforzato e tutti a casa per cena. Promesso!

HalloweenIllegalTriathlon

triathlonPubblichiamo questa interessante iniziativa:

PhotoIllegalTriathlon N4 N5 N6 N7 N8 N9 N10 avaible on website www.escapetotuscanytriathlon.com illegaltriathlon photo gallery

TUTTE LE FOTO SONO VISIBILI SUL SITO

http://tracking.technodesignip.com/?action=count&projectid=642&contentid=15859&referrer=-&urlaction=...…..Halloween IllegalTriathlon N2
http://tracking.technodesignip.com/?action=count&projectid=642&contentid=15860&referrer=-&urlaction=...30 Ottobre 2011
zc apre 9.30am chiude 10.00am brifing 10.15am .http://tracking.technodesignip.com/?action=count&projectid=642&contentid=15861&referrer=-&urlaction=...
ILLEGALTUFFO
10.30am
http://tracking.technodesignip.com/?action=count&projectid=642&contentid=11706&referrer=-&urlaction=...

Zona Cambio P.zza dei Palombari Porticciolo della Madonnina VIAREGGIO
parcheggio gratuito su tutti i lati

FREE ENTRY

Swim 1,3km Bike 30km Run 6km&8km >>>nuoti >>>pedali>>> corri>>> http://tracking.technodesignip.com/?action=count&projectid=642&contentid=15862&referrer=-&urlaction=...
nessuna graduatoria nessun tempo limite nessuna imposizione nessun vincitore
TUTTI SIAMO CAMPIONI (ILLEGALI)……
Hai Freddo?…STAY HOME.
http://tracking.technodesignip.com/?action=count&projectid=642&contentid=6545&referrer=-&urlaction=r...

IllegalTriathlon
Hai Freddo?…STAY HOME.

Preparazione invernale di corsa

PodismoRappresenta per il corridore la fase preparatoria, o il punto di partenza, di tutta la stagione agonistica. Ma fa anche da raccordo agli altri due momenti fondamentali della programmazione: pre-agonistico e agonistico vero e proprio
La preparazione invernale ha inizio subito dopo il periodo di transizione (la cui lunghezza dipenderà dalla quantità di energie fisiche e psichiche spese durante la stagione agonistica appena conclusa), serve a creare le basi per il raggiungimento di uno stato di forma che duri il più a lungo possibile e ha una durata piuttosto lunga (da 3/4 mesi fino a 5/6 mesi), legata agli obiettivi che si intendono realizzare nel periodo agonistico e alla loro collocazione nel calendario annuale delle gare.

Durata, volume, scopi
La lunghezza della fase preparatoria è molto influenzata dai livelli di preparazione dei corridori; infatti, per atleti delle categorie giovanili o corridori in fase di costruzione questo periodo deve essere molto lungo, con l’uso di carichi di intensità moderata, mentre per corridori di alto livello questo periodo può essere accorciato elevando anche l’intensità dei carichi. Com’è logico dedurre, inoltre, varia anche in funzione della specialità del corridore, ma pure del numero di allenamenti settimanali che l’atleta riesce a svolgere; infatti, un programma invernale ben articolato richiede almeno 4/5 di allenamenti settimanali.
Lo scopo di questo periodo è quello di elevare il livello di resistenza aerobica sia generale che specifica, in modo da creare le basi su cui inserire – nella fase pre-agonistica e agonistica – tutti quei lavori di intensità che permettono di raggiungere la condizione ideale per ottenere i risultati prefissati.

 

Suddivisioni
La preparazione invernale può essere divisa in due periodi:
A) il primo (2/3 settimane), detto anche di condizionamento organico, permette un passaggio graduale dal periodo di transizione alla fase di lavoro vero e proprio;
B) nel secondo, o di incremento organico, vengono inseriti tutti i lavori che caratterizzano il miglioramento sia della resistenza, che della potenza aerobica.

A) – La fase di condizionamento organico prevede come mezzi di allenamento il fondo lento, inizialmente solo su terreno pianeggiante, poi usando anche percorsi ondulati; il fondo medio; il potenziamento generale, che comprende esercizi di potenziamento muscolare, gli esercizi di preatletismo specifici della corsa (le andature, esercizi di rapidità, esercizi per la tecnica di corsa), gli esercizi di mobilità articolare.
B) – Nella fase di incremento organico si manterrà sempre il fondo lento, il fondo medio e il potenziamento generale e si inseriranno gradualmente e in modo sistematico i seguenti mezzi, nell’ordine: il fondo medio su terreno ondulato, il fondo veloce (inizialmente in pista o su strada, per poi farlo coincidere con gare di cross o corse su strada); la corsa in salita, sia sotto forma di allunghi, che di prove vere e proprie sulle distanze di 100/300m; il fartlek con variazioni sia lunghe (1000/2000m), che brevi (300/400/500m); le prove ripetute lunghe e prove di resistenza alla velocità sia in salita, che sul piano (per i mezzofondisti di 800 e 1500m).

 

Amatori e agonisti
In questo periodo di allenamento deve prevalere più il volume, quindi la quantità di chilometri, che l’intensità, in modo da creare quella base di capacità aerobica che permetta al corridore di sopportare quei carichi di allenamento qualitativo propri del periodo successivo, cioè di quello pre-agonistico.
La durata e i ritmi dei vari mezzi di allenamento sono sempre rapportati all’età, al livello agonistico e agli obiettivi che l’atleta si pone.
Un podista che prevede u’attività amatoriale esclusivamente improntata sulla partecipazione alle varie gare non competitive, senza grosse velleità, potrà impostare una preparazione invernale poco articolata, che prevede l’uso della corsa lunga e lenta, sia su percorsi pianeggianti che ondulati, del fondo medio, degli esercizi di mobilità articolare e delle andature, facendo coincidere il fondo veloce con la gara domenicale. Per poter assimilare meglio gli allenamenti, durante questa fase sarà opportuno non partecipare per almeno 4/6 settimane a gare non competitive.
Per l’atleta agonista, a qualsiasi categoria egli appartenga, la preparazione invernale prevede l’uso di tutti i mezzi di allenamento sopra elencati, anche se in forma differenziata e diversamente articolata per specialità e livello agonistico. Tenendo conto di com’è solitamente strutturato il calendario agonistico, il periodo della preparazione invernale inizia con il mese di novembre e termina, a seconda delle categorie a febbraio o a marzo. Il mese di novembre è dedicato alla costruzione, mentre gli altri tre mesi sono dedicati all’incremento organico. E’ molto importante in questa fase il potenziamento muscolare, che deve toccare tutti i distretti muscolari con l’ausilio, specialmente per i mezzofondisti veloci, di pesi. Anche gli esercizi di rapidità, le andature di preatletismo e il circuit-training concorrono alla costruzione della forza resistente e dell’elasticità muscolare.
Il giorno successivo al lavoro di potenziamento muscolare è consigliabile effettuare una seduta di corsa lunga e lenta in modo da consentire un sufficiente recupero. Nel caso di partecipazione a una gara di cross o su strada, se la si ritiene non importante si potrà effettuare un allenamento di media intensità anche due giorni prima della gara stessa, altrimenti è meglio spostare il lavoro a tre giorni prima.

 

Il lavoro di resistenza
Dei vari mezzi di allenamento del fondista ci soffermeremo sul lavoro di resistenza alla velocità in salita e sul piano dei mezzofondisti veloci, utilizzato specialmente da atleti di alta specializzazione.
Il lavoro di resistenza alla velocità in salita consiste nella ripetizione di prove di 50/60/80m da farsi in ascesa ripida, a una velocità del 70/80% rispetto alla velocità massima sulla medesima distanza, con recuperi che vanno dai 50″ al minuto e 30″ (1’30”), per un volume che varia dagli 800m ai 1500m; da farsi nei mesi di dicembre e gennaio, mentre nel mese di febbraio le distanze aumentano fino a raggiungere i 100/150m.
La resistenza alla velocità sul piano si effettua in pista, su distanze che variano dai 100m/300m, con una percentuale della velocità massima che oscilla tra l’80/85% per un volume di prove di 1500/3500m, con un recupero di 1’/3’da effettuarsi nel mese di febbraio/marzo.

 

1° Periodo : INTRODUTTIVO

 

Durata: 6/8 Settimane

Obiettivi

Mezzi allenamento

Modalità allenamento

* Recupero e incremento Efficienza Muscolare

 

 

 

*Preatletismo

* esercizi vari generalizzati

*esercizi isometrici

* Serie a tempo

*esercizi sovraccarichi

* ripetizioni dinamiche carico leggero

*circuit training

* Serie a tempo

* esercizi propriocettivi

* esecuzioni estensive

* Tecnica di corsa

 

* Andature tecniche

* Carattere estensivo

* Corsa in salita

* Sprint (max 15′)

*Miglioramento rendimento 

*Esercizi mobilità muscolare

*Esercitazione via via incrementali

* Stretching

*Prima e dopo la corsa

* Recupero e incremento Resistenza Aerobica

* CCL (Corsa Continua Lenta)

* Sviluppo estensivo – Equilibrio respiratorio – 1h /1h30′

(Aumento capacità lavorative)

*CCM (Corsa Continua Media)

* Sviluppo estensivo/Intensivo – 30’/45′

2°Periodo: FONDAMENTALE

 

Durata: 8/10 Settimane

Obiettivi

Mezzi Allenamento

Modalità allenamento

*Mantenimento Efficienza Muscolare

(NB: Frequenza si riduce) 

 

 

*Preatletismo

* esercizi vari generalizzati

*esercizi isometrici

* Serie a tempo

*esercizi sovraccarichi

* ripetizioni dinamiche carico leggero

*circuit trining

* Serie a tempo

* esercizi propriocettivi

* esecuzioni estensive

* Tecnica di corsa

 

* Andature tecniche

* Carattere estensivo

* Corsa in salita

* Sprint (max 15′)

*Miglioramneto rendimento 

*Esercizi mobilità e muscolare

*Esercitazione via via incrementali

* Stretching

*Prima e dopo la corsa

* Potenza Aerobica

* CCV (Corsa Continua Veloce)

* Sviluppo estensivo (8 – 15km)

*CCVPr

(Corsa Continua Veloce Progressione)

* Sviluppo Intensivo/Estensivo –

(12 – 18km)

*CCVr (Corsa Continua Variazioni)

* Sviluppo quantitativo variazioni

* CCVS (Corsa Continua Veloce Salita)

* Cronoscalate (5 – 15km)

* Gare

* 5 – 15km

 

* Incremento Resistenza Anaerobica 

* RBS (Ripetute brevi salita)

* 80 – 100 – 120 mt

 

* RBMP (Ripetute brevi/medie pianura)

* 300 – 400 – 500 mt

 

* Incremento Resistenza Aerobica 

 

* CCL (Corsa Continua Lenta)

* Sviluppo estensivo (1h 30′ – 2’h 30′)

 

* CCM (Corsa Continua Media)

* Sviluppo intensivo – estensivo (45′-1h15′

 

* CCPr (Corsa Continua Progressiva)

* Sviluppo intensivo – estensivo (1h – 2h)

 

3° Periodo: SPECIFICO

 

Durata: 8/10 Settimane

 

 

Obiettivi

Mezzi Allenamento

Modalità allenamento

 

* Incremento Resistenza Aerobica 

 

* CCL (Corsa Continua Lenta)

* Sviluppo estensivo (1h 30′ – 2’h 30′)

 

* CCM (Corsa Continua Media)

* Sviluppo intensivo – estensivo (45′- 1h 15′)

 

* CCPr (Corsa Continua Progressiva)

* Sviluppo intensivo – estensivo (1h – 2h)

 

* Incremento Potenza Aerobica

* CCV(Corsa Continua Veloce)

* Sviluppo estensivo (8 – 15km)

 

* Incremento Resistenza alla Potenza

 

NB: Capacità di Corsa a livello Soglia Anaerobica 

*CCVPr

(Corsa Continua Veloce Progressiva)

* Sviluppo intensivo/estensivo – (12 – 18km)

 

*CCVr (Corsa Continua Variazioni)

* Sviluppo quantitativo variazioni

 

* CCVS (Corsa Continua Veloce in Salita)

* Cronoscalate (5 – 15km)

 

* Gare

* 5 – 15km

Inaugurazione sezione “Allenamenti”

ProgrammaAtleti,

è stato scritto un programmino di allenamento per il nuoto ed uno per la corsa. Sono bene accetti commenti e critiche. Chi vuole seguirlo può farlo, ma se non vi interessa traquilli, nessuno ci rimarrà male, alla fine si fa questo sport per divertirci ed ognuno deve "fare di testa sua" (e tantomeno l’autore ha la presunzione di essere un allenatore).

Li potete trovare QUI

Programma nuoto Novembre 2011

ProgrammaIl programma che mi sono permesso di buttare giù è un’idea per cercare di migliorare un po’ a nuoto, soprattutto per il lato della tecnica. Ovviamente non viene imposto niente a nessuno e, visto che quest’anno abbiamo (solitamente) 2 corsie, è possibile dividersi. Chi non vuole seguirlo è liberissimo di fare altre cose (ho già sentito Cristina se buttava giù un’idea anche lei per chi non è d’accordo sul fare tecnica). Siccome però molti hanno chiesto di fare più tecnica questo è quanto.

Gli allenamenti si divideranno così:

martedì – giovedì prevalenza di tecnica e un po’ di aerobico

sabato aerobico

A grandi linee

Martedì / Giovedì:

Riscaldamento: 800m / 1000m

Tecnica: 800m / 900m

Aerobico: 500m / 600m

Sabato:

Riscaldamento: 1000m (cerchiamo di farlo bene, no come ora che si fa 300m perché si entra tardi, è importante)

Aerobico: 1500m / 1800m (direi non di più per ora, piuttosto facciamo più riscaldamento)

Nel dettaglio (per adesso solo una parte, poi più in là vedremo anche in base a come vanno le cose di mettere giù il resto) è indicato il lavoro e tra parentesi i tempi di recupero, che nei lavori aerobici/soglia sono personali ma devono essere sempre gli stessi, quindi dovete essere “onesti’ con voi stessi quando li decidete. Per esempio se uno l’aerobico lo fa ripartendo a 1’30”, il giorno che sta male non può farlo a 1’35”, come il giorno che sta bene non lo deve fare a 1’25”. Una cosa che mi raccomando è di fare gli esercizi pensando a quello che state facendo, altrimenti non vi serve a niente, e di “provare’ a mettere in pratica gli esercizi fatti nell’aerobico:

Giovedì 27:

Riscaldamento: 400sl – 4x100mx (2′)

Tecnica: 6×50 (1’45”) solo gambe senza tavola “culo in su’

6×50 (1’45”) solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’

6×50 (1’15”) gomiti alti toccando l’ascella

Aerobico: 5x100sl curando la tecnica

Sabato 29 (ANNULLATO, piscina chiusa, spostato al 26):

Riscaldamento: 400sl-300do-200ra-100mx di seguito senza fermarsi

Aerobico (1550): (50-100-150-200-150-100-50-100-150-200-150-100-50)sl

Martedì 1 (ANNULLATO, piscina chiusa, spostato al 22):

Riscaldamento: 400sl – 8x50mx cambio 25 (1′)

Tecnica: 3 volte (2×50 solo gambe senza tavola “culo in su’ + 2×50 solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’) (1’45”)

6×50 (1’20”) tavola tra le gambe braccia alternate

Aerobico: 10x50sl nuotati bene

Giovedì 3:

Riscaldamento: 200sl-200do 8x50mx (2x(df-do,do-ra,ra-sl,sl-df))

Tecnica: 6×50 (1’45”) solo gambe senza tavola “culo in su’

6×50 (1’45”) solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’

4×50(1’20”) tavola tra le gambe braccia alternate

4×50 (1’15”) gomiti alti toccando l’ascella

Aerobico: 50-100-150-200sl

Sabato 5:

Riscaldamento: 500sl 5x100mx (2′)

Aerobico: 100-200-300-400-300-200-100sl

Martedì 8:

Riscaldamento: 400sl – 4x100mx (2′)

Tecnica: 6×50 (1’45”) solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’

6×50 (1’45”) solo gambe senza tavola “culo in su’

6×50 (1’15”) gomiti alti toccando l’ascella

Aerobico: 5x100sl nuotati bene

Giovedì 10:

Riscaldamento: 400sl – 8x50mx cambio 25 (1′)

Tecnica: 4 volte (2×50 solo gambe senza tavola “culo in su’ + 2×50 solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’) (1’45”)

4×50 (1’20”) tavola tra le gambe braccia alternate

Aerobico: 10x50sl nuotati bene

Sabato 12:

Riscaldamento: 500sl + 10×50 tavoletta (1’30’)

Aerobico: 8x200sl

Martedì 15:

Riscaldamento: 300sl-100ra 8x50mx (2x(df-do,do-ra,ra-sl,sl-df))

Tecnica: 4×50(1’20”) tavola tra le gambe braccia alternate

4×50 (1’15”) gomiti alti toccando l’ascella

6×50 (1’45”) solo gambe senza tavola “culo in su’

6×50 (1’45”) solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’

Aerobico: 6x100sl

Giovedì 17:

Riscaldamento: 500sl 4x100mx

Tecnica: 6×50 (1’15”) gomiti alti toccando l’ascella

6×50 (1’45”) solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’

6×50 (1’45”) solo gambe senza tavola “culo in su’

Aerobico: 3x200sl

Sabato 19:

Riscaldamento: 400sl-300do-200ra-100mx di seguito senza fermarsi

Aerobico: 8x100sl – 5x200sl

Martedì 22:

Riscaldamento: 400sl – 8x50mx cambio 25 (1′)

Tecnica: 3 volte (2×50 solo gambe senza tavola “culo in su’ + 2×50 solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’) (1’45”)

6×50 (1’20”) tavola tra le gambe braccia alternate

Aerobico: 10x50sl nuotati bene

Giovedì 24:

Riscaldamento: 400sl – 4x100mx (2′)

Tecnica: 6×50 (1’45”) solo gambe con la tavola sulle mani “culo in su’

6×50 (1’45”) solo gambe senza tavola “culo in su’

6×50 (1’15”) gomiti alti toccando l’ascella

Aerobico: 5x100sl nuotati bene

Sabato 26:

Riscaldamento: 400sl-300do-200ra-100mx di seguito senza fermarsi

Aerobico (1550): (50-100-150-200-150-100-50-100-150-200-150-100-50)sl

PS: Non ho ne’ la presunzione ne’ la qualifica di allenatore (se è per questo non ho nemmeno quella di bagnino), quindi non trattatemi male, è solo un’idea, liberissimi di non seguirmi. In ogni caso secondo me è importante per migliorare che assimiliate i movimenti e poi ci costruiate su i lavori che, visto che la stagione inizia ad aprile, è possibile iniziare a fare in modo più intenso a gennaio-febbraio. Io cercherò di seguirvi i giorni che ci sarò (martedì giovedì e sabato a pranzo di solito).

PPS: Chi vuole un aiuto più qualificato può anche andare nella corsia della Tocchini, so che c’è stato un accordo informale con alcuni di noi.

Riunione del 18 Ottobre 2011

Livorno TriathlonNell’ultima riunione della società, oltre a fare il punto della situazione sulle iscrizioni per la prossima stagione (per le quali vi invitiamo ancora a far conoscere le vostre intenzioni e versare la relativa quota) e di quanto si possa ottenere nei prossimi campionati toscani di Tirrenia, è stato corretto il tiro su quello che prevedono i pacchetti offerti come iscrizione.

Sperando di far cosa gradita e giusta per tutti si è deciso di fare quanto segue:
– Quota ridotta: 150€ comprende iscrizione alla società + tesseramento federale + body gara ufficiale
– Quota completa: 300€ comprende iscrizione alla società + tesseramento federale + body gara ufficiale + quota piscina anno 2011/2012
Si fa presente a tutti coloro che hanno già acquistato il nuovo body che in sostituzione verrà dato l’abbigliamento di rappresentanza + completo corsa. Per tutti gli altri iscritti sarà materiale da pagarsi extra iscrizione nel caso si voglia acquistare, stesso discorso vale per l’abbigliamento da bici di cui stiamo valutando il riassortimento.
Ultimissima cosa per tutti coloro che possono data la vicinanza della località VENITE A FARE IL TIFO a TIRRENIA sabato e domenica prossima!!!!!!