This Is Triathlon

Allenamenti dal 7 al 26 ottobre 2019

Quest’anno abbiamo iniziato gli allenamenti in vasca a inizio ottobre, quindi con una prolungata assenza dalla piscina. Per questo motivo inizieremo molto soft cercando di gettare da subito le basi aerobiche. Per il momento non utilizzeremo alcun tipo di attrezzatura. Sicuramente dopo questo periodo di ripresa abbastanza faticoso dovremmo riuscire a recuperare un po’ di smalto e brillantezza.

Programma dal 29 aprile al 29 giugno 2019

Continueremo anche per questo ciclo, sempre di sei settimane, la preparazione per le gare. Ho aggiunto ulteriori 3 settimane che ci porteranno alle gare dei primi di luglio. Come già ripetuto più volte manterremo l’obiettivo del volume. Qui di seguito un riassunto del programma previsto per le prossime 9 settimane:

  • 1 settimana dedicata alla resistenza con aumento di volume
  • 1 settimana dedicata alla qualità con lavori di soglia anaerobica e velocità critica
  • 1 settimana dedicata alla resistenza con aumento di volume
  • 1 settimana dedicata alla qualità con lavori di soglia anaerobica e velocità critica
  • 1 settimane dedicate a un lavoro specifico con ritmi al passo di gara
  • 1 settimana dedicata al Tapering
  • 2 settimane dedicata alla resistenza con aumento di volume
  • 1 settimana dedicata al Tapering

Programma dal 18 marzo al 27 aprile 2019

Adesso affronteremo un ciclo di sei settimane volto alla preparazione delle gare, con lavori di resistenza anaerobica e lattacidi. Nelle varie esercitazioni contare le bracciate e, grazie al gran lavoro aerobico unito alla tecnica della presa svolti sino ad ora, dovremmo riuscire a farne il meno possibile. Qui di seguito un riassunto del programma previsto per le prossime 6 settimane:

  • 2 settimana dedicata alla qualità con lavori di soglia anaerobica e velocità critica
  • 1 settimana dedicata alla resistenza con aumento di volume
  • 2 settimane dedicate a un lavoro specifico con ritmi al passo di gara
  • 1 settimana dedicata alla resistenza con aumento di volume

PARTENZA TASSATIVA A 5” DAL COMPAGNO CHE CI PRECEDE. Questo perché troppo spesso chi è “in scia” non esegue i lavori come dovrebbe.

L’attrezzatura da portare a bordo vasca sarà: lunedì/martedì pull, elastico e palette; venerdì e sabato palette e pinne.

Programma dal 4 febbraio al 16 marzo 2019

Abbiamo terminato il terzo ciclo riguardante la tecnica che quest’anno è stato dedicato alla fase di presa della bracciata e alla coordinazione respirazione-bracciata. Ho intravisto la buona volontà da parte di alcuni di voi nel cercare di applicare il movimento eseguito nell’esercizio tecnico anche durante la nuotata. Vorrei che tale movimento, almeno inizialmente, fosse più accentuato. Per tale motivo proveremo a consolidarlo maggiormente continuando, ancora per una settimana, ad eseguire ripetutamente gli esercizi seguiti da piccoli lavori nei quali guarderemo solo l’esecuzione e non il tempo.

PARTENZA TASSATIVA A 5” DAL COMPAGNO CHE CI PRECEDE. Questo perché troppo spesso chi è “in scia” non esegue i lavori come dovrebbe.

L’attrezzatura da portare a bordo vasca sarà: lunedì/martedì pull, elastico e palette; venerdì e sabato pinne.

Programma dal 2 gennaio al 2 febbraio 2019

Visto che queste feste natalizie sono caratterizzate da parecchi giorni di “riposo” dal nuoto, direi di dedicare queste prime due settimane del nuovo anno principalmente alla tecnica per una ripresa più soft.

Vorrei riuscire, il più possibile, a farvi capire la fase di presa della bracciata e la coordinazione respirazione-bracciata, importante per poter sfruttare al meglio la spinta della bracciata stessa. Abbiamo appena terminato una fase dove già avevo puntato con alcuni esercizi su questo aspetto che però non ho visto, per la maggior parte di voi, riportare poi nella nuotata durante i lavori proposti. Capisco che si è più concentrati nel riuscire a rientrare entro i tempi, ma lo sforzo di un esercizio sulla tecnica è proprio questo: nonostante la difficoltà e la fatica del lavoro proposto cercare di pensare, provare e ricercare quelle sensazioni che abbiamo potuto captare nell’esercizio tecnico per sfruttarlo durante la nostra nuotata. Inizialmente sarà difficoltoso, quasi macchinoso, ma alla lunga riusciremo ad abituarci permettendo così di avere maggiore attenzione da porre sull’esecuzione tecnica.

Altro aspetto assai importante: DA ORA IN AVANTI SI PARTIRÀ SEMPRE CON UN MINIMO DI 5” DAL COMPAGNO CHE CI PRECEDE.

Ricordo che l’attrezzatura da portare a bordo vasca rimane sempre la solita.

Risultati del Test di nuoto del 1 dicembre 2018

Innanzitutto complimenti a tutti. Sono soddisfatto dei risultati del test che sono in linea con quanto mi aspettavo: sapevo che 3 di voi non erano in buone condizioni fisiche ed altri 8 ero incerto sul risultato, vista la non continuità del lavoro in vasca. Non è per fare un rimprovero a nessuno perché ovviamente ciascuno ha i propri impegni, solamente che nel nuoto se non si ha un contatto continuo e costante con l’acqua si perde facilmente sensibilità e acquaticità a scapito ovviamente della prestazione. Quest’anno, differentemente dal precedente, abbiamo mantenuto abbastanza alto il lavoro aerobico e lo si nota benissimo dal test dal momento che la maggior parte di voi è riuscita a mantenere per tutta la distanza un’andatura regolare, soprattutto nella seconda parte. Noto invece difficoltà per coloro che hanno iniziato quest’anno, cosa del tutto normale, e per coloro che hanno più difficoltà tecniche.
Come al solito riporto alcuni dati numerici. Su un totale di 27 atleti che hanno eseguito il test 4 erano nuovi. Dei 23 “veterani” ben 10 hanno ottenuto il loro best time di sempre e 5 invece hanno avuto un piccolo peggioramento. Se compensiamo il tempo tra la vasca da 25 e quella da 50 allora sono 11 ad aver ottenuto il proprio best time. Infine ho confrontato il tempo ottenuto nel solito test eseguito l’anno precedente e su un totale di 18 ben 11 hanno migliorato e 3 hanno avuto un piccolo peggioramento. Bravi a tutti.

Programma dal 26 novembre 2018 al 29 dicembre 2018

Adesso siamo giunti al secondo ciclo con la tecnica. In questa fase vorrei farvi porre la massima attenzione sull’aspetto della presa. Pertanto faremo gli esercizi mirati soprattutto alla posizione del gomito alto in modo che intervenga subito l’azione di spinta, ma anche la tempistica/coordinazione bracciata respirazione. Come già detto manterremo anche il volume aerobico. Ricordo che continueremo ad utilizzare l’attrezzatura: al lunedì/martedì serviranno boccaglio, palette, pull-buoy ed elastico; mercoledì/giovedì pinne e boccaglio; mentre al venerdì/sabato pinne.

Programma dal 22 ottobre 2018 al 24 novembre 2018

Come avrete già notato da questo primo periodo di ripresa degli allenamenti questo anno avremo come obiettivo anche quello di aumentare il volume aerobico. In questa prima fase utilizzato per darvi quella resistenza sulla distanza che spero sia potuta servire per ben affrontare queste ultime gare di fine stagione.
Diciamo che da ora inizia ufficialmente la preparazione per il nuovo anno. Come nei precedenti anni inizieremo facendo un po’ di tecnica. Questo ci permette di utilizzare il periodo invernale per recuperare un po’ di fiato dalla stagione competitiva e per cercare di migliorare l’efficienza di nuotata. Comunque sia si manterrà anche il volume aerobico. Cominceremo nuovamente ad utilizzare l’attrezzatura, pertanto al lunedì/martedì serviranno palette, pull-buoy ed elastico; mercoledì/giovedì pinne e  boccaglio; mentre al venerdì/sabato pinne.

Programma dal 24 settembre 2018 al 19 ottobre 2018

Dopo la “pausa” estiva dagli allenamenti in vasca, non certo dei vostri quotidiani allenamenti che avrete continuato a fare, finalmente sono riaperte le piscine. Molti di voi hanno in programma di gareggiare ancora fino al 21 ottobre, quindi ho programmato un lavoro sino a tale data. Questo periodo lo dedicheremo al nuoto aerobico e non sarà necessario portare alcun tipo di attrezzatura.

SCARICA QUI GLI ALLENAMENTI